Unisciti a noi per aumentare la consapevolezza e avere un impatto maggiore!

Cerchiamo storie e immagini originali che rappresentino MdDS da condividere per tutto giugno, il mese della consapevolezza per MdDS. Non devi essere un artista affermato per partecipare! Divertiti e usa la tua creatività per mostrare MdDS come immagine. Visualizzare MdDS può aiutare gli altri a capire come ti senti, fisicamente o emotivamente. O come la malattia cronica ha avuto un impatto su di te e sulla tua famiglia. Per essere preso in considerazione per la pubblicazione sul nostro blog, newsletter o su una qualsiasi delle nostre pagine di social media, invia la tua storia e la grafica originale [nessuna immagine stock o materiale protetto da copyright (a meno che non appartenga a te) PNG preferito] a connect@mddsfoundation.org e un direttore del consiglio si metterà in contatto con te. Aggiungi la tua voce e la tua visione alla nostra e ottieni un impatto maggiore!

Mal di mare a terra

Oggi siamo onorati di far parte del percorso artistico e sanitario di Kimberly James. Ha condiviso il primo elemento di “Mal di mare a terra” su Instagram, ma condivide con noi l'intera serie per raccontare in modo più completo la sua storia. Kimberly soffre di molteplici disturbi cronici e descrive la sindrome di Mal de Débarquement come "come un orribile mal di mare che non finisce mai, tranne per il fatto che non sei su una barca - è davvero terribile".

“Tutti questi sono stati creati nella mia stanza d'ospedale nel 2019, mentre ero ricoverato in un ospedale di riabilitazione mentre fisioterapisti specializzati e terapisti occupazionali cercavano di aiutarmi con le mie forti vertigini.

Mi è stato permesso di creare arte solo per circa 5-10 minuti al giorno perché le mie vertigini peggioravano molto. Ma sapevano che creare arte, anche una piccola quantità, mi rendeva così felice, quindi mi hanno lasciato fare un po'". 

Trovala su Instagram come @kjartlife e il suo blog su https://kimberlyjames.substack.com/


Una nota su "vertigini"

Sebbene MdDS sia riconosciuto e elencati nella Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD) in Vertigini e vertigini, si consiglia di evitare di usare le parole "vertigini" o "vertigini" quando si descrivono i sintomi. Molti riescono meglio a far capire al proprio medico quando dicono: "Mi sento come se fossi su una barca" o qualcosa di molto descrittivo come "il pavimento si muove su e giù come se fossi sulle onde su una barca". Scopri di più su come ottenere una diagnosi su https://mddsfoundation.org/getting-diagnosed/

I guerrieri MdDS di età compresa tra 18 e 35 anni dovrebbero iscriversi Arti epiche alla nostra Odissea. Finanziato da A Geni globali grant, è un incontro settimanale gratuito di arte terapeutica guidato da un terapista dell'arte. È virtuale e aperto a giovani adulti con patologie rare e/o croniche.

Unisciti agli altri 744 iscritti
  1. Margo Singh

    Sono Margo Singh. Descrivo i miei sintomi come uno squilibrio, ho detto a tutti che non ho le vertigini, non gira niente. Il mio corpo sembra dondolare 5 anni fa

  2. Susan Caneaux

    Vertigine decisamente no, uso la parola oscillazione per descrivere la sensazione che provo dal 16/10 2004. Forse come se stessi camminando su un materasso ad acqua.

I commenti sono chiusi.